LA MACCHINA DEL FANGO

domenico biscardi

Dopo aver dichiarato in questo video di voler portare elementi probatori all’attenzione della Corte Europea circa la presenza di micro trasmettitori nei vaccini anti-Covid, il 12 Gennaio Domenico Biscardi sarebbe stato trovato morto nel suo appartamento. Come per Giuseppe De Donno, Giulietto Chiesa e Bartolomeo Pepe, negli ambienti che seguivano le sue scoperte parlano di un decesso dubbioso. In questa diretta streaming, Biscardi raccontò di aver ricevuto da un hub vaccinale delle siringhe “sporche” del vaccino: si sarebbe procurato dei campioni prima che arrivassero all’hub vaccinale attraverso alcuni depositi. (OPEN)

In molti si sono affrettati nel cercare di screditare il lavoro di Biscardi, ma ci ha lasciati davvero perplessi l’analisi del 13 Gennaio di Cesare Sacchetti, che sul suo blog ha praticamente dichiarato che l’intera vicenda era un bluff. Ha invece provveduto a presentare una denuncia/querela per omicidio colposo la senatrice Bianca Laura Granato. (FANPAGE)

Difficile assumere una posizione netta circa questa vicenda, ma come abbiamo già riportato in un precedente articolo, Humain Brain Project – insieme al progetto “Graphene” – è stato selezionato dalla Commissione Europea tra i FET Flagships, i progetti faro di ricerca e sviluppo promossi dall’Unione Europea e questi due progetti beneficeranno di un sostegno finanziario di 1 miliardo di euro lungo dieci anni.

Non possiamo affermare con certezza che la Commissione Europea sostenga le campagne vaccinali negli stati Membri proprio in quanto sperimentazioni propedeutiche ai progetti di cui sopra, ma a fronte della nostra segnalazione circa l’unica, vera emergenza attuale ovvero la grave discriminazione sul suo italico nei confronti dei soggetti non vaccinati, ha risposto in maniera evasiva.

Inoltre, il presidente della Commissione UE è la moglie di Heiko Von Der Leyen, direttore medico della società biotech statunitense Orgenesis, specializzata in terapie cellulari e geniche, di proprietà della stessa Pfizer.

E poi…sarà un caso che sempre l’11 Gennaio, sia scomparso prematuramente anche David Sassoli, il presidente del parlamento Europeo? La struttura che ne ha accertato il decesso ha rilasciato questa dichiarazione e quando ho cercato di mettere in discussione l’accaduto sui social network si è scomodato per mettermi a tacere niente poco di meno che un giornalista di Rete 4. E anche questa, naturalmente, è solo una coincidenza.

Mark

A seguire, le ottime analisi di Visione TV sull’argomento. 

Condividi su